Pistoiese - Storia del tifo

Pistoiese - Storia del tifo (Le tifoserie)

Pistoiese - Storia del tifo
Pistoiese

Gli ultras della Pistoiese si sono fatti apprezzare sia in serie C che in serie B. Il gruppo che ha segnato la storia del tifo arancione sono state le “Brigate arancioni”: striscione casalingo davvero molto bello ma soprattutto tifoseria tosta e abbastanza irrequieta. Tra le mura amiche il tifo non è mai mancato, gli anni della C hanno visto tante coreografia, bandiere e striscioni taglienti e non sono mancati incidenti con le tifoserie più odiate. La rivalità più accesa è sicuramente quella contro il Prato: bei derby con coreografie mozzafiato e molti striscioni offensivi. Altre rivalità degne di nota sono quelle nei confronti di Pisa, Livorno ed Empoli. Con questi ultimi accadde un fatto molto significativo per il mondo ultras: i pistoiesi sottrarono lo striscione dei Desperados, probabilmente all'interno del magazzino dello stadio (si propende per questa versione dato il non scioglimento del gruppo empolese). Negli anni sono stati strinti gemellaggi con le tifoserie di Siena, Vis Pesaro, Modena e Venezia. Una volta scioltesi le Brigate, le nuove leve del tifo arancione hanno formato gli “Ultras Pistoia”: in questo periodo le presenze allo stadio sono calate sensibilmente ma comunque la presenza , sia in casa che in trasferta non è mai mancata. Il colpo di spugna è arrivato con il fallimento della squadra e la ripartenza dai dilettanti: una vera mazzata per città e tifoseria. Al ritorno tra i professionisti, sono due i gruppi che gestiscono la curva: il Gruppo 1312 e la Curva Nord 1921, poi scioltisi entrambi. Ad oggi il gruppo principale è quello dei "1982", già presenti nel mondo ultras pistoiese poiché composto fondamentalmente da ex appartenenti alle Brigate Arancioni.

Sportpeople.net per Tifo Toscano

Torna su